Chesil Beach: Un Amore Intenso Tra Tenerezza e Segreti

Novembre 15, 2018 4:30 pm

Dal romanzo scritto da Ian McEwan, “Chesil Beach”, arriva al cinema una storia d’amore tenera e accattivante: non perderti questo incredibile racconto, distribuito da Cinema, nelle sale di Circuito Cinema dal 15 novembre.

Una storia d’amore da non perdere

Chesil Beach di Dominic Cooke racconta la storia dell’amore tra la ricca e ambiziosa violinista Florence e il modesto e promettente storico Edward, prigionieri dei tabù di un’epoca e delle convenzioni familiari e sociali nell’Inghilterra dei primi anni ’60, pochi anni prima della rivoluzione sessuale. I due giovani si amano molto, ma alla vigilia della loro prima notte di nozze, il loro discorso amoroso non va oltre le parole. E in una zona remota della spiaggia di Chesil Beach, i due si troveranno ad affrontare le loro profonde differenze. Fortemente definiti dalla propria educazione, i due protagonisti sono interpretati rispettivamente da Saoirse Ronan (tre volte candidata all’Oscar® per “Espiazione”, “Brooklyn” e “Lady Bird”) e Billy Howle (“Dunkirk”, “Il re fuorilegge”, “MotherFatherSon”). Nel cast anche Emily Watson e Anne-Marie Duff.

Dalle pagine di un romanzo al grande schermo

Scritto da Ian McEwan, “Chesil Beach” è uno dei romanzi britannici di maggiore successo di questo secolo. Pubblicato nel 2007, è stato selezionato per il Booker Prize, ricevendo ottime recensioni e diventando un best seller. Edito da Einaudi, è il romanzo più venduto in Italia del grande scrittore e sceneggiatore inglese.

Come spesso succede nell’universo cinematografico, la transizione di Chesil Beach dalla carta stampata al grande schermo è stata lunga. Eppure la produttrice Elizabeth Karlsen aveva mostrato interesse per un eventuale adattamento cinematografico del romanzo di McEwan anche prima della sua pubblicazione. “L’agente di Ian mi inviò una bozza del romanzo e io pensai che fosse un romanzo fantastico. Trasudava semplicità e mostrava un’enorme chiarezza di emozioni. Mi parve il ritratto di una giovane donna in un momento specifico della sua vita, e ciò che quel momento significasse per lei, poiché esso contribuiva a definire le sue ambizioni creative e la sua essenza sessuale, a definire sé stessa” – commenta la produttrice -.

 Ian McEwan è autore della sceneggiatura.  “Personaggi e luoghi sono incredibilmente specifici. Sono rimasto profondamente colpito dal modo in cui McEwan ha catturato l’essenza del romanzo e l’ha trasposta nel film, che ben racconta l’importanza del modo in cui le persone parlano (o non parlano) di sesso – spiega il regista Dominic Cooke -. Inoltre, è piuttosto ovvio che questi due giovani siano profondamente influenzati dal periodo storico in cui si trovano a vivere.”

Ian McEwan: uno degli autori più apprezzati dei nostri tempi

Nominato al Man Booker Prize per ben sei volte, vincendolo nel 1998 con il romanzo Amsterdam (1998). Tra i romanzi di McEwan vi sono Il giardino di cemento (1978), Bambini nel tempo (1987), aggiudicatosi il Whitbread Novel of the Year Award nel 1987, L’amore fatale (1997), Amsterdam (1998), Sabato (2005), Solar (2010), Miele (2012), La ballata di Adam Henry (2014) e, più di recente, Nel guscio (2016).

Molti dei suoi romanzi sono stati sceneggiati per poi diventare film. McEwan ha iniziato a scrivere sceneggiature nel 1983; ha collaborato  con Richard Eyre alla sceneggiatura per l’adattamento cinematografico del suo romanzo La ballata di Adam Henry (The Children Act) (2017), che vede protagonisti Emma Thompson e Stanley Tucci. Nel 2008, The Times ha incluso Ian McEwan nell’elenco dei ‘50 più grandi scrittori britannici dal 1945’, e il quotidiano Daily Telegraph l’ha messo al diciannovesimo posto di un elenco delle ‘100 persone più potenti della cultura britannica’.

 

L’AMORE ALL’EPOCA DELLA SWINGING LONDON

Gli anni Sessanta stavano per creare un boom innovativo e all’avanguardia non solo in tutta la società ma anche nel mondo della moda. Il costumista Keith Madden si è però dovuto attenere all’ambientazione storica di CHESIL BEACH, poco prima che tutto questo accadesse e i ragazzi si trovavano ancora al confine tra il mondo conservatore e quello moderno. Ma la sfida per lui non è stata meno interessante: il vestito di Saoirse del giorno del matrimonio doveva essere speciale. Per lei ha scelto il blu del cielo e del mare per abbinarsi alla fotografia della pellicola, ma entrambi dovevano avere l’aspetto drammatico di due ragazzi cresciuti troppo in fretta e intrappolati in una situazione su cui non potevano avere controllo.

PRIMA DEI BEATLES E DEI ROLLING STONES

CHESIL BEACH è ambientato inoltre in un mondo in cui la musica pop e rock non aveva ancora preso piede tra i teenager e non aveva aiutato le rivoluzioni a ribaltare la società. Nel 1963, un anno prima dei fatti narrati in CHESIL BEACH, sarebbe uscito infatti Please Please Me dei Beatles, la band che avrebbe cambiato per sempre la musica, e non solo. Ciò però non significa che nella produzione del film non ci sia cura per la colonna sonora, anzi. A partire dalla protagonista Florence, violinista classica, fino alla passione per il jazz del suo innamorato Edward, la musica in CHESIL BEACH è preponderante, a volte fino a scavalcare i silenzi imbarazzati tra i due sposini.
Registrata allo Studio 2 di Abbey Road Studio dove i Beatles hanno registrato “Sgt. Peppers” scrivendo la storia, la colonna sonora varia da Mozart a Bach, da Schubert a Chuck Berry ed è stata curata da Karen Elliott (responsabile per titoli come Fantastici animali e dove trovarli, Tre manifesti a Ebbing, Missouri, I figli degli uominiFlorence, Justice League e molti altri successi).

Scopri il film
© 2021 Circuito Cinema
Designed & powered by Napier

Biglietto veloce

Biglietto veloce

Cinema:
Film:
Data:
Spettacolo: