Viggo Mortensen è Captain Fantastic

Dicembre 5, 2016 9:48 am
Captain Fantastic

Il 7 dicembre Viggo Mortensen torna al cinema con Captain Fantastic, scritto e diretto da Matt Ross.

Vincitore del premio del pubblico BNL alla XI edizione della Festa del Cinema di Roma e del premio per la miglior regia allo scorso Festival di Cannes (sezione “Un certain regard”), il film racconta la storia di una famiglia che vive letteralmente fuori dal mondo.

Fuori dal mondo

Viggo Mortensen, celebre per il ruolo di Aragorn nella saga Il signore degli anelli, veste i panni di un padre fuori dal comune. Ben Cash è padre di sei figli che sta crescendo secondo un’educazione rigorosa, lontano dalla società e dalla tecnologia.

Uno stile di vita estremo e avventuroso, che impone allenamento fisico e un rapporto con la natura quasi primordiale. I figli di Ben vanno a caccia, scalano le rocce e studiano i testi classici, sotto la guida del padre.

La vita della famiglia viene messa in crisi da un evento tragico: la morte di Leslie, la moglie di Ben e madre dei bambini. I Cash lasceranno così il loro angolo di paradiso per andare al funerale in New Mexico. Qui vivono i genitori di Leslie, in conflitto con Ben a causa dello stile di vita della famiglia.

E i figli cosa ne pensano della loro vita? È giusto imporre ai propri figli uno stile di vita come quello dei Cash, solo perché i genitori ritengono che sia il migliore? Captain Fantastic si interroga su queste e su molte altre domande che riguardano l’essere genitori.

Una collaborazione vincente

Per il ruolo di Ben Cash, il regista e sceneggiatore Matt Ross non poteva trovare un attore altrettanto carismatico quanto Viggo Mortensen. Bravura a parte, l’attore ha dato anche un contributo essenziale allo sviluppo del film.

La storia è frutto di un’esperienza biografica del regista, che ha vissuto l’infanzia in delle comuni nella California del Nord e nell’Oregon. Come i figli di Ben, Ross viveva in mezzo alla natura, senza televisione o altre forme di tecnologia. Un’esperienza tanto avventurosa quanto alienante: come per Bo, il figlio maggiore di Ben, questo stile di vita estremo è incompatibile con le esigenze dell’adolescenza.

Viggo Mortensen ha aggiunto a questa esperienza biografica alcune idee importanti nella realizzazione del film. Ad esempio, ha avuto l’idea di utilizzare le sue musiche originali nel film, e ha dato suggerimenti sulla creazione della location. Per non parlare del suo lavoro sul personaggio: durante le riprese Mortensen ha vissuto nella foresta come il suo alter-ego. Una dedizione unica che ha portato i suoi frutti: l’interpretazione è assolutamente credibile e coinvolgente.

Scopri il film
© 2019 Circuito Cinema
Designed & powered by Napier

Biglietto veloce

Biglietto veloce

Cinema:
Film:
Data:
Spettacolo: